Apiario d’Autore 2019–2023 – Api e arte

di Mauro Rutto

Un’avventura nata per sensibilizzare le persone sull’importanza degli insetti impollinatori e delle api attraverso l’arte

Sono cinque gli anni di Apiario d’Autore.
Si tratta di un progetto artistico/culturale, nato nel 2019 sul Lago d’Orta.
Dal 2021 ha iniziato il tour d’Italia, passando da Toscana, Sicilia, Puglia
e il prossimo anno approderà in Sardegna.

Ogni anno si celebra un centenario dal quale si estrapola il tema, che viene condiviso con agli artisti, i quali con il loro estro realizzano l’opera che
verrà esposta durante l’inaugurazione e successivamente verrà installata in
un apiario.

Il frontale vive due volte, la prima nelle mani dell’artista e la seconda
nella natura. A contatto con l’ambiente esterno l’opera si modificherà
insieme alle stagioni. All’interno l’opera si modificherà grazie al segno
indelebile del passaggio di una famiglia d’api (cera,
propoli, profumi…).

La prima edizione si è svolta sul Lago d’Orta nel 2019, celebrando il centenario della scuola artistica Bauhaus dalla teoria del colore di Joan Itten, ed il tema condiviso con gli artisti era stato “il colore”.
La seconda edizione 2020, anch’essa svolta sul Lago d’Orta, celebrava il centenario della nascita di Gianni Rodari, prendendo spunto dalla filastrocca “ci vuole un fiore” messa in musica da Sergio Endrigo, il tema era stato “il fiore” .

Se ti è piaciuta l’anteprima dell’articolo, abbonati per ricevere l’apis a casa!