Differenziare: il mercatino – Di mese in mese

a cura di Andrea Raffinetti

Da ragazzo volevo chiamarmi “El Guerrillero”, i miei amici mi chiamano “Non C’è Tempo”, gli irrispettosi colleghi sgomitanti mi chiamano “Il Muto”, perché con loro di api non parlo.

In Tv dicono che l’unica salvezza per le aziende, quando si affrontano tempi difficili, sia Differenziare.

Per sopravvivere bisogna Differenziare l’offerta, aumentando la gamma di prodotti proposti ai consumatori e i canali per raggiungerli.
Spengo la Tv perché come al solito parla di cose che non mi riguardano.

Io conferisco quasi tutta la produzione ai grossisti. Mia moglie si ostina a voler vendere un pò di vasi a chi viene qui in azienda per comprare del miele. Ma io i consumatori meno li vedo meglio sto.
A come raggiungerli ci pensano i grossisti.
Però sono arrabbiato con i grossisti.
Quando hanno bisogno sono veloci a ritirare il miele ma io per incassare un acconto devo aspettare fino a 12 mesi.
Ieri mi ha telefonato il falegname e mi ha detto che non gli ho pagato la riparazione del portone. Gli ho risposto che mi sono dimenticato. Mi ha detto che la legge impone i pagamenti entro 60 giorni e quel giorno i 60 giorni erano scaduti.

Ho fatto subito il bonifico. Perché gli apicoltori non si mobilitano per costringere i grossisti a pagare prima?
Questo è davvero un problema.
È tutto inutile se non ci pagano. Falliamo.
Cosa serve faticare per provare a ottenere regine resistenti alla varroa se poi falliamo perché non ci pagano il miele?
Cosa serve faticare per avere un miele senza problemi se poi falliamo?
Cosa lottiamo a fare?

Neppure la spensieratezza della Francese Mai D’Accordo mi toglie l’arrabbiatura.
Da quando ha lasciato il Guru è solare, è leggera. Niente spiegazioni a nessuno.
Giorni fa la Francese arriva tutta allegra, mi ha detto che bisogna Differenziare le vie per raggiungere i consumatori, lo ha sentito in Tv. Mi ha proposto di andare assieme a vendere il mio miele a un mercatino.

Se ti è piaciuta la lettura di questa anteprima, abbonati per ricevere l’apis a casa!