L’ape e la ruggine del carpino – Api e agricoltura

di Classe 5AT, a.s. 2020/2021 Istituto di Istruzione Superiore “Antonio Della Lucia”*

Segnalazione di una simbiosi poco conosciuta

Sempre più frequentemente si parla di microbiota e simbiosi come elementi essenziali per la salute e vitalità delle famiglie di api, definite come superorganismi; proprio in quest’ambito si può collocare un’osservazione degli studenti della classe 5AT dell’Istituto Agrario Della Lucia di Feltre (BL) e dei loro insegnanti, Alessandro
Canel e Damiano Miglioranza. Nonostante le difficoltà create dalla pandemia in atto, i ragazzi dell’Istituto, in cui si insegnano anche entomologia e apicoltura, hanno sviluppato una ricerca sulle fonti nutritive alternative al polline, nello specifico, sulle spore fungine. Questo argomento è ancora poco conosciuto, ma durante l’ispezione presso un apiario in provincia di Treviso, sono state osservate alcune api che bottinavano, all’apparenza, propaguli di un patogeno fungino presente
su foglie di Carpino.
In questo lavoro sono state raccolte le informazioni esistenti in merito a questa particolare simbiosi; confrontandole con l’osservazione diretta del fenomeno, corredata da opportune analisi, è stato infine possibile definire meglio i motivi che
portano l’ape a bottinare alcuni funghi, anche se ulteriori valutazioni potranno essere oggetto di approfondimenti scientifici aggiuntivi.

La prima osservazione del fenomeno è stata effettuata nel novembre 2017, durante alcune giornate, caratterizzate da un rialzo termico, che rappresentano la popolare “estate di San Martino”, nei pressi di un apiario posizionato a circa 350 m slm, nel comune di Farra di Soligo, in provincia di Treviso. Negli anni successivi, nello stesso periodo e nello stesso luogo, sempre durante giornate caratterizzate da clima mite, si è verificato puntualmente lo stesso comportamento delle api, che bottinano, all’apparenza, propaguli di ruggine, Melampsoridium carpini, presenti nella superficie inferiore delle foglie di un cespuglio di Ostrya carpinifolia – Carpino nero.

Se ti è piaciuta la lettura di questa anteprima, abbonati per ricevere l’apis a casa!