Friuli Venezia Giulia e la “guerra delle api” – Attualità

di Anonimo friulano

Non solo l’Australia! Sempre più infuocato il clima agricolo anche nella nostra magnifica Regione. La Procura aggrava il capo d’imputazione. Politici, capipopolo e parte degli agricoltori sul piede di guerra contro l’inchiesta giudiziaria

La cronaca del tornado per contaminazioni ambientali che ha investito negli ultimi anni l’agricoltura di pianura della nostra Regione si è dipanata a partire da una prima tranche di inchiesta giudiziaria, per concia illegale delle sementi del mais. Procedimento concluso nel 2018, con sentenza e patteggiamento di 21 agricoltori: sette mesi e mezzo di reclusione – con la condizionale – e ammenda di 3.800,00 € cadauno. Un importante precedente sia a livello nazionale e sia europeo.

Su cui è scesa a livello agricolo nazionale la cappa del silenzio, senza informazione considerazione e dibattito (purtroppo anche in ambito apistico, l’apis è l’unico organo di informazione di settore che ne abbia con rilievo dato notizia). Come se cercare di nascondere sotto lo stuoino possa contribuire a ignorare e a ridimensionare la portata di questo pronunciamento giudiziario.

Per continuare la lettura: Leggi il numero sfogliabile oppure Scarica PDF del numero