Sanità apistica: in quale direzione “tira” la ricerca mondiale? – Reportage

di Giovanni Guido

Destinazione Montreal, Québec, Canada: la curiosità e il mio lavoro di tecnico apistico mi hanno portato in questo paese. Apimondia si sa, non è una finestra per scoprire l’apicoltura di un paese, troppo lontana e formale per gli apicoltori, offre invece uno spazio comune a centinaia di ricercatori, di ogni parte del mondo, per esporre e discutere del proprio lavoro. Il congresso è diviso in sette sezioni tematiche: economia, biologia, sanità, impollinazione e flora, tecnologia e qualità, apiterapia, sviluppo rurale. Le sessioni si svolgono in contemporanea e si succedono a un ritmo incalzante; decido di focalizzarmi sulla sanità, con solo piccole divagazioni su alcune relazioni/relatori, di altre sezioni, di particolare interesse. La lingua, il fuso orario, l’accavallarsi delle sessioni e tavole rotonde, il tutto unito alla difficoltà iniziale di nutrirsi decentemente, mi crea qualche problema di adattamento, ma l’organizzazione impeccabile e la puntualità rigorosa rendono possibile quello che sembrava non esserlo: riuscire a trovare un filo logico, scegliendomi argomenti e relatori, tra le centinaia
disponibili.

Se ti è piaciuta la lettura di questa anteprima, abbonati per ricevere l’apis a casa!